Con la stessa penna, stesso tratto del giorno precedente, stesso foglio bianco, un vuoto così pieno da bastare a se stesso. Riecco la stagione delle nebbie prima lievi. Degli orti desolati che attendono la neve. Delle ore in casa così brevi. Leggendo o leggendomi dentro. Come scia di lumaca lasciando una traccia luminescente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...