Do ut des

“Do ut des” e allora ? Per quanto apparentemente stupido ed inutile, questo meccanismo alimenta le relazioni sociali. Do un like a te, tu lo dai a me. Il minuetto dei like offre  un’occasione a due soggetti per conoscersi. Meglio dell’indifferenza, meglio dell’esibizionismo, meglio dell’autoreferenzialità, meglio del marketing di se stessi, meglio dell’ipocrisia, meglio della finta cortesia, meglio della presunzione di fare sempre i maestri. Esserci. Punto.

Annunci

4 pensieri riguardo “Do ut des

  1. solo che certe volte nel vero do ut des ci vedo della finta cortesia. personalmente preferisco un like veramente provato con uno dato perché poco prima ne ho dato uno io. lo stesso vale nel criterio di scelta su chi seguire, se una persona mi piace la seguo e non mi aspetto per forza lei segua me e viceversa.

    Liked by 1 persona

    1. Non fraintendermi, volevo dire che da una finta cortesia può nascere un interesse reale. Ovviamente il do ut des in se stesso vale niente, ma l’indifferenza è peggiore. Aggiungerei che vale molto poco anche il like “veramente provato” se risulta accidentale, occasionale, perché non dà luogo a un incontro, non genera curiosità, quindi non comunica quasi nulla a chi lo riceve. Comunque piacere, io sono Claudio.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...